IL «FILA». Il luogo, il simbolo del cuore granata ieri, oggi.

di Gian Carlo Morino

Editore: Priuli & Verlucca

Anno: 2017

Pagine: 239

Quarta di copertina. Il “Fila”, un centro di gravità permanente per parecchie generazioni di tifosi granata e un sogno per quelle più giovani. Il libro, dopo un accenno ai campi che ospitarono in precedenza il Torino, con piantine e foto d’epoca, prende in considerazione la storia dello stadio. La sua realizzazione, grazie alla lungimiranza del presidente Marone, una vera meraviglia del tempo capace di contendere a quello del Milan la palma del più bello d’Italia. Il periodo doro dei due scudetti e un secondo posto.Gli anni Trenta che pure, nelle difficoltà di gestione economica, videro il completamento dell’impianto e segnarono l’avvio dell’epopea del Settore Giovanile Granata. I gloriosi anni del Grande Torino e quelli dolorosi del dopo Superga con un Filadelfia sempre più decadente, ma sempre in grado di scaldare i cuori della sua gente e di chi aveva la fortuna di giocarci. L’abbandono dell’impianto per le partite di campionato. La demolizione dello stadio. I tanti anni di false promesse. Le tante lotte del popolo granata per sollecitare la ricostruzione. Ed infine un sogno che finalmente vede la luce.

Previous Article
Next Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.