LE NUVOLE DI SUPERGA. Il racconto in favole del Grande Torino

di Fabrizio Calzia

Editore: Galata

Anno: 2019

Pagine: 64

Alfredo Provenzali e Franco Ossola tengono a battesimo questo delicato e garbato lavoro di Calzia dedicato al ricordo dei Campionissimi di Superga in occasione del Cinquantenario della tragedia. Il sottotitolo illustra il contenuto: “Il racconto in favole del Grande Torino”. Sono undici i brevi, ma intensi, racconti che Calzia infila uno dietro l’altro come undici sono i giocatori titolari del Grande Torino, quei nomi resi celebri dalla filastrocca che è la recita della formazione classica: Bacigalupo, Ballarin, Maroso, Grezar, Rigamonti, Castigliano, Menti, Loik, Gabetto, Mazzola, Ossola. NUOVA EDIZIONE Gli undici racconti di questo libro sfilano, allineati nelle pagine, con la cadenza di una squadra di calcio. Undici, perché undici sono i campioni: quelli di Superga, gli imbattibili del Grande Torino. Con una levità, e di scrittura e di immagini, che, bella e coerente, si riflette nell’asciuttezza dei brani, la tensione gentile del narrare accompagna, senza contraddizioni, chi legge in territori intimistici e visionari, concretissimi e onirici. Su tutto, poi, aleggia come un senso di mistero ma anche di speranza, quasi che il destino, impietoso e pur già consumato, possa in qualche modo, come dire, godere di un ripensamento e all’ultimo riscattare, recuperare, salvare. Come una rete vincente segnata al novantesimo. Fra titoli che alludono e richiamano, in storie che si disvelano nella impalpabile delicatezza di un pensiero o nell’intento di un gesto, tramite un dialogare a volte persino provocatorio, la lettura si scioglie, fluida e lineare, come il dolce scivolare delle nuvole nel cielo, generosa negli squarci poetici quanto terribilmente cruda nella sua durezza.

Previous Article
Next Article

2 Replies to “LE NUVOLE DI SUPERGA. Il racconto in favole del Grande Torino”

  1. Fabrizio Calzia

    L’editore è Galata, non Sagep Galata… Sagep aveva editato la prima edizione e non c’entra più niente con la seconda. Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.